giovedì 21 luglio 2022

Di Grezia e Susanna Puopolo in mostra

 “Alberi poetici”, presso l’associazione Terra Terra grande successo per la mostra della Di Grezia


Una giornata di condivisione di letture e poesie, con la mostra delle liriche della poetessa Graziella Di Grezia, nell’atmosfera bucolica ottenuta con impegno e dedizione da Terra Terra di Carmela Cecere, associazione avellinese che si impegna a promuovere le risorse del territorio nel rispetto dell’ambiente e delle attività eco-compatibili. 


Alberi poetici” è stata un’occasione culturale accolta in maniera molto positiva dal pubblico avellinese, che ha partecipato numeroso alla giornata del 20 luglio nella quale si sono perfettamente intrecciati valori artistico-culturali, partecipazione attiva nello spirito della condivisione e valorizzazione dell’ambiente nel rispetto dei valori della Madre Terra. 

La giornata ha preso il via con un percorso libero da parte del pubblico nella lettura delle poesie di Graziella Di Grezia, per l’occasione appese agli alberi e immerse nella natura, a ricreare un ambiente molto suggestivo. L’evento ha visto in serata l’intensa esibizione di Pianoterraduo con la voce recitante di Susanna Puopolo e la stessa Di Grezia al pianoforte, per proseguire con le letture libere condivise con il Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile. Forte e sentita la partecipazione dei presenti, in una cornice che ha esaltato ulteriormente l’iniziativa nel pieno dell’estate avellinese. 

Un modo per ritrovare il contatto umano in un periodo di forte distanziamento sociale, un modo per vivere il territorio irpino in una maniera innovativa, nell’ottica della diffusione di iniziative che accrescano i valori culturali nello spirito della partecipazione e della condivisione di spazi verdi.

Riscontri torna con il numero 1

Pubblicato il primo numero 2022 della rivista letteraria “Riscontri”



Il Terebinto Edizioni ha appena pubblicato il primo numero del 2022 di “Riscontri. Rivista di cultura e attualità”, quadrimestrale fondato nel 1979 da Mario Gabriele Giordano.


Definita “bella e severa” dallo scrittore Mario Pomilio, “Riscontri” anche in questo numero resta fedele alla propria vocazione, quella cioè di essere un crogiolo di idee anche dissonanti tra loro che però si pongono come generatrici di una coscienza critica della realtà. Non filiazione di ideologie, dunque, ma matrice di fatti e comportamenti anche etici e politici che operino nel vivo della comunità civile, non per dogmi ma per Riscontri.


Questo numero si apre con un’interessante e originale editoriale dal titolo “Estetica del lasciapassare. Frontiere e prospettive della cittadinanza digitale” di Ettore Barra, riflessione sfaccettata tra storia, diritto costituzionale, filosofia politica e scienza che stimola una lettura critica dei temi della cittadinanza, dei cambiamenti creati dalla pandemia e dei cambiamenti legati all’affermarsi della cultura digitale.


Elena Paroli, nel saggio dal titolo “Fra leggi generali, analogia e forma simbolica. Note sul metodo leonardiano in prospettiva diacronica” si sofferma su un argomento affascinante, Leonardo da Vinci visto nell’ottica scientifica del suo metodo pittorico. Dal “tipo ideale” delle teorie estetiche del Rinascimento fino all’analogia come forma simbolica, la Paroli ci regala un viaggio meraviglioso nella mente e nei concetti di uno dei più grandi geni che sia la scienza che l’arte abbiamo mai visto.


Anche il saggio di Valentina Certo, dal titolo “Il Rinascimento e la riscoperta delle tecniche antiche. L’esempio della fusione a cera persa di Ghiberti” ci conduce tra storia e arte e tra arte e scienza a spasso in uno dei periodi più amati e ci rende edotti delle mutazioni tecnologiche della scultura nel tempo, fino ad arrivare alla fulgida esperienza fiorentina del Ghiberti con le porte del Battistero e il San Giovanni di Orsamichele.

Torna Sentieri Mediterranei, coinvolti 5 comuni

Sentieri mediterranei 2022: ci siamo

Coinvolti cinque comuni. Giuditta: “Una rassegna che da sempre si caratterizza per la sua offerta culturale e musicale e che rappresenta un momento fondamentale di promozione territoriale”.



Dopo l’anteprima andata in scena lo scorso 14 luglio – appuntamento che ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica – è scattato il conto alla rovescia per l’avvio dell’edizione 2022 di Sentieri mediterranei (Dialogo tra culture), la rassegna da sempre punto di riferimento dal punto di vista artistico e culturale dell’estate campana. Due le grandi novità della 23esima edizione. La prima: il coinvolgimento nella kermesse di altri quattro comuni irpini. Summonte, uno dei borghi più belli d’Italia, capofila. “Nell’ottica dell’allargamento dell’offerta artistica e culturale – ha precisato il sindaco Pasquale Giuditta – abbiamo deciso di coinvolgere quest’anno altre piccole realtà della provincia di Avellino”. Rientrano, dunque, anche Capriglia Irpina, Sorbo Serpico, Montefredane e Grottolella. 

Seconda novità: il ritorno di Beppe Barra, primo direttore artistico della rassegna.

Lo schema del festival prevede sia appuntamenti musicali che laboratori culturali.

Il primo appuntamento in calendario è programmato per questa sera a Sorbo Serpico. Nel pomeriggio alle 16 visita guidata nel centro storico del paese, alle 22 in piazza Municipio il concerto di “I Baronna & Juan Carlos Zamora”.

Domenica 24 luglio, invece, si ritorna a Summonte. Si parte alle 9 del mattino Appuntamento alle ore 9 presso l’Info-point del comune di Summonte) per l’escursione a cura dell’associazione Irpinia Trekking presso Campo San Giovanni, area protetta del Parco regionale del Partenio: prevista anche la possibilità di effettuare l’arrampicata sportiva.

Nel pomeriggio, invece, alle ore 16 visite guidate presso il complesso castellare Torre angioina, museo civico di interesse regionale. 

Alle 16,30 l’animazione al Borgo

Alle 20,30 in piazza De Vito laboratorio culturale con Max De Tomasi “La Borsa Nova, origini e sviluppo).

“È con emozione e soddisfazione – aggiunge il primo cittadino di Summonte, Pasquale Giuditta – che presentiamo questa 23esima edizione di Sentieri mediterranei, una rassegna che da sempre si caratterizza per la sua offerta culturale e musicale e che rappresenta un momento fondamentale di promozione territoriale. L’auspicio è che possa essere il segno di rinascita per l’intera comunità regionale. Sottolineo ancora – conclude Giuditta – con grande gioia il ritorno di Beppe Barra, a cui va il mio personale ringraziamento”.

In allegato alla mail troverete il programma completo degli eventi.

Per quanto riguarda il comune di Summonte, invece, in programma altri tre appuntamenti che si aggiungono all’offerta generale. Tra questi Beppe Barra in concerto il 18 agosto.

martedì 19 luglio 2022

Ensemble MusicIrpini al Castello di Lapio (Av) il 24 luglio 2022 alle 21,00

Nell’ambito delle programmazioni  degli eventi estivi  il Comune di Lapio in collaborazione con Società Artistica “Oltre” ospiterà domenica 24 luglio 2022 alle ore 21,00 nel suggestivo cortile del Palazzo Baronale dei Filangieri, che sorge nel punto più alto del centro storico di Lapio,  un concerto dell’Ensemble  MusicIrpini,  fisarmonica solistica M° Flavio Feleppa, direttore musicale  M° Massimo Testa.



In programma musiche di Piazzolla, Galliano e Morricone porto sicuro per musiche piene di energie e colori imprevedibili.

Il concerto  sarà uno degli appuntamenti estivi dal forte richiamo turistico sia per l’unicità del luogo  che lo ospiterà,  sia per la possibilità di fruire di un percorso fatto di storia, cultura e musica. Si avrà difatti la possibilità oltre che di  prendere parte al concerto, che si terrà nel cortile interno dove si potrà ammirare anche lo splendido pozzo ottagonale (fatto realizzare dalla baronessa Diana Tomacello), anche di visitare le meravigliose sale del palazzo  decorate con affreschi dislocati negli appartamenti del piano nobile.

Una bella occasione, dunque, per visitare la ridente cittadina dell’hinterland irpino e il suo storico e suggestivo Palazzo Filangieri, per questa occasione allietato da musiche di rara bellezza e suggestione, cornice ideale per una tale location, eseguite da una compagine di musicisti professionisti altamente qualificata, tutti di origine irpina.

Interazione fra luoghi del nostro territorio e cultura sono gli ingredienti giusti per una piena valorizzazione di comunità e territori. 

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti a sedere.


lunedì 11 luglio 2022

Massimo Testa dirige VARIETè di MAURICIO KAGEL, 15 luglio 2022, Auditorium Vitale del Cimarosa, Avellino

Venerdì 15 luglio, ore 20,00. Avellino, Auditorium Vitale del Conservatorio D. Cimarosa. VARIETE’, concerto spettacolo per artisti e musicisti, musica di Mauricio Kagel. Torna e debutta per il 2022 il MODERN ENSEMBLE del Cimarosa, frutto del nuovo laboratorio dedicato alla formazione di un Ensemble di Musica Contemporanea del Conservatorio, idea del M. Massimo Testa, fortemente supportata dall’Istituzione nella persona del direttore Maria Gabriella della Sala.
Per l’occasione in scena agiranno gli Studenti del Laboratorio d’Arte Scenica del Cimarosa, con la Regia e Drammaturgia del M. Giuseppe Sollazzo.
L’ingresso è libero. 



 

I mercoledì di Pozzo Garitta, 13 luglio 2022, Albissola Marina (Sv)

Con i patrocini e contributo della Fondazione de Mari e del Comune di Albissola Marina continua la rassegna estiva

 

Mercoledì 13 luglio nel giardino di Piazza Lam alle 21,30

 





L'associazione Piccola Accademia dell'Arte presenta Il coro femminile InControVoci, diretto dalla maestra Elisabetta Rossi, nell'interpretazione di canzoni di famosi  gruppi ed interpreti, italiani e stranieri degli anni '60 e '70. 

Accompagnamento strumentale a cura di alcuni tra i  docenti della scuola di musica T.Nicolini.

Batteria Andrea Balestrieri, tastiere Pier Colla, chitarra elettrica Marco Cravero, pianoforte elettrico Maurizio Ganora, basso elettrico Simone Perata, tastiera Fabrizio Scaccini.

La scuola di musica comunale Tommaso Nicolini festeggia i 20 anni di attività dalla costituzione dei  primi corsi sperimentali di musica avviati in luglio 2002 dall'ufficio servizi sociali del comune di Albissola Marina.