venerdì 28 febbraio 2020

Al Circolo degli artisti di Albissola Marina, espone Marino Iotti, 7_22 marzo 2020

Dal 7 al 22 marzo Marino IOTTI espone.
L'inaugurazione sarà sabato 7 marzo alle 17 e l'orario di apertura, dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica 10 - 12,30 e 16 - 19,30.
 
Marino Iotti nasce a Reggio Emilia nel 1954, e ancora giovanissimo dà inizio a un percorso pittorico che arriverà ad interessare autori e critici come Achille Bonito OlivaClaudio Cerritelli, Francesca Baboni, Giuseppe Berti, Marinella PaderniMassimo Mussini Sandro Parmiggiani.
Apprende le basi tecniche frequentando i corsi che il Prof. Giulio Soriani teneva alla Piccola Accademia di Regina Pacis, e successivamente con lo scultore Ugo Sterpini.
​Nel 1978 inizia la sua attività espositiva a Scandiano (RE) con “Studio aperto”, uno studio/galleria che voleva essere punto di incontro e confronto tra gli artisti. 

Musica tra le righe, 29 febbraio 2020, Museo Irpino, Avellino

Al Museo Irpino a febbraio torna «Musica tra le Righe» con Marina Bruno che presenta il suo ultimo disco «Parthenoplay»

Sabato 29 febbraio, alle ore 18, al Museo Irpino presso il Complesso Monumentale dellex Carcere Borbonico (ingresso pedonale da Piazza De Marsico) si terrà il quinto incontro del ciclo «Musica tra le Righe. Incontri itineranti di parole e note» che presenta «Parthenoplay» ultimo disco di Marina Bruno, nellambito del program
ma «Febbraio al Museo» organizzato dal Museo Irpino e Coop Culture.
Nel disco della fascinosa cantante napoletana, ma da qualche anno irpina d’adozione, sono contenuti 14 capolavori da Viviani, Bovio, Denza fino a Carosone e Pino Daniele e gli interventi poetici di Erri De Luca, Lorenzo Marone, Mariano Rigillo. 
Quarta prova discografica per la Bruno che con esso tesse un elogio e un tributo a Napoli, fonte di ispirazione per musicisti, compositori, parolieri, poeti, arrangiatori, volendo racchiudere quest’elenco nell’alveo del genere, che si rivela attraverso un affascinante percorso in quattordici brani proposti nei singolari arrangiamenti  del pianista Giuseppe Di Capua. Preziose tracce musicali che restituiscono capolavori senza tempo di Viviani, Bovio, Nicolardi, Denza, E.A.Mario fino a Renato Carosone e Pino Daniele, rivelando, per alcuni di essi, passioni inaspettate che prendono corpo nella voce testimoniante di Erri De Luca (nel brano “Io te vurria vasà”), di Lorenzo Marone (in “Napule è”) e di Mariano Rigillo (ne “O surdato ‘nnamurato”).
In tal senso “Parthenoplay” sintetizza per Marina Bruno un lavoro di ricerca musicale che basa su scelte consapevoli  la necessità di incontro e di condivisione -  di idee, opinioni, atmosfere – legate ad una visione di Napoli quale “città mondo”, crocevia di culture e stili, diversi sono in apparenza. Il lavoro di Bruno e Di Capua è particolarmente interessante proprio per l’incessante opera di meticciato tra canzone napoletana, jazz, pop per riscoprire questi nostri «standard» in una chiave nuova. 

giovedì 20 febbraio 2020

#WEARTHEGAME #Juventus


BookCity, 5 marzo 2020, Palazzo Reale, Milano


La memoria consegnata, 11 marzo 2020, Laboratorio Formentini, Milano

La memoria consegnata
Intervengono Linda Giuva e Vittorio Lingiardi
Modera Luisa Finocchi

Con la partecipazione di Annalisa Rossi, Soprintendente Archivistica e Bibliografica di Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta, e di Gian Carlo Ferretti

Mercoledì 11 marzo | ore 18.00 
Laboratorio Formentini per l'editoria
via Marco Formentini 10 - Milano

«Ricordarsi e farsi ricordare è il progetto consapevole frutto di autostima e di affetto nei confronti di se stessi»
Linda Giuva

Fondazione Mondadori propone una riflessione sul rapporto tra il desiderio di consegnare al futuro una memoria che sia fedele all'idea di sé e il lavoro e le sfide dell'archivista nel relazionarsi con una tale aspettativa. Linda Giuva e Vittorio Lingiardi, a partire dalla testimonianza di Gian Carlo Ferretti, indagano gli aspetti archivistici e le ragioni psicoanalitiche di una scelta che molto ha a che vedere con la conservazione della propria identità. 

A Carnevale, 23 febbraio 2020


La Zeza di Bellizzi si esibisce al Cimarosa, 22 febbraio 2020, Avellino

IL CONSERVATORIO TRA MUSICA E TRADIZIONE POPOLARE
SABATO ARRIVA LA “ZEZA DI BELLIZZI IRPINO”

IL 22 FEBBRAIO, ore 20:30 (INGRESSO GRATUITO), ALL’AUDITORIUM “VITALE”

“La Zeza è espressione dell’agire teatrale, che non è da intendersi come segno o cultura del divertimento ma come espressione di una collettività che rappresenta se stessa nello spazio e nel tempo”. Così Roberto De Simone ha definito una delle più antiche tradizioni folkloristiche dell’Irpinia. Quest’anno i “custodi” di questa tradizione popolare hanno scelto il palcoscenico del Conservatorio di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, per far rivivere una delle rappresentazioni più caratteristiche del Carnevale Irpino.
Sabato 22 febbraio, alle ore 20:30 (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti), all’Auditorium “Vitale” di piazza Castello, andrà in scena la “Zeza, dalla strada al tempio della musica”. Ma sarà anche l’occasione per la consegna del premio “Terra di Zeza”, riconosciuto a protagonisti del panorama culturale.

martedì 18 febbraio 2020

Note per l'anima, 20 febbraio 2020, Auditorium Cimarosa, Avellino

CONSERVATORIO: L’ORCHESTRA GIOVANILE D’ARCHI
SUONA LE “NOTE PER L’ANIMA”

GIOVEDÌ 20 FEBBRAIO, ore 19:00
TORNA LA RASSEGNA VOLUTA DAL VESCOVO DI AVELLINO


La musica come mezzo per invitare alla riflessione. Al “Cimarosa” torna “Note per l’anima”, rassegna organizzata dalla Diocesi di Avellino e sostenuta dal Conservatorio presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro. 
Giovedì 20 febbraio (ore 19:00, ingresso gratuito), sul palco dell’Auditorium “Vitale”, insieme ai musicisti del “Cimarosa”, il Vescovo di Avellino, Monsignor Arturo Aiello, inviterà i presenti ad un momento di riflessione, nel tentativo di riscoprire la città dell’anima che è dentro di noi; di riscoprire i sensi interiori percorrendo la via della bellezza. Ancora una volta la musica come mezzo per invitare al pensiero in quella che è una una sorta di “sonata a quattro mani” dove si alternano musica dal vivo e meditazione. 
“Dirigere” è il titolo del nuovo appuntamento (il secondo di questo nuovo anno). E dirigere significa guidare, condurre insieme. E nella corsa folle dove siamo lanciati ogni giorno, dove conta solo ciò che è utile e da consumare in fretta, ognuno di noi ha bisogno di essere guidato nuovamente lungo il percorso che porta a ritrovare se stessi.

martedì 11 febbraio 2020

Parte la rassegna LE SCRITTURE, Conservatorio Cimarosa di Avellino, febbraio_aprile 2020

AL CONSERVATORIO “C’È MUSICA E… CINEMA”

IL 18 FEBBRAIO AL VIA LA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA
CHE FA PARTE DEL PROGETTO DE “LE SCRITTURE”


Al via la prima edizione di «C’è Musica e… Cinema», proposta cinematografica che si collega al più ampio progetto «Le Scritture», che propone incontri con compositori, interpreti e musicologi di chiara fama nelle forme del concerto, della master-class e del work-shop.
L’evento, organizzato dal Conservatorio “Domenico Cimarosa”, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, e curato dal Maestro Vincenzo Gualtieri, nasce dall’assunto che il Cinema può di fatto considerarsi una forma di Scrittura, inizialmente su nastro di celluloide ed oggi anche su supporto digitale. 
L’introduzione presso il Conservatorio di Avellino del corso di Composizione applicata alle immagini (sebbene non esclusivamente immagini cinematografiche), ha alimentato nel tempo l’idea di offrire degli incontri in cui, al contrario, fossero le immagini del Cinema a guidare l’esplorazione all’interno del mondo musicale nelle sue multiformi declinazioni. 
Sei le proposte della rassegna cinematografica che si terrà da febbraio ad aprile nell’Aula 44. Si parte martedì 18 febbraio (ore 15:00). L’accurato lavoro di ricerca svolto dalla BBC, rende oggi possibile assistere all’assai credibile ricostruzione di un giorno di inizi ‘800, in cui un giovane compositore-direttore d’orchestra (Beethoven) svolge le prove della sua III Sinfonia. In Eroica, assieme al profilo umano dei presenti, si colgono le possibili condizioni di ascolto di ambienti privati destinati alla fruizione musicale, in un giorno che «avrebbe cambiato la Musica per sempre».

Da martedì 25 febbraio (ore 15:00) la rassegna apre una piccola finestra sulla complessità dei rapporti che si instaurano fra concertista e liutaio (Un cuore in inverno), fra insegnante ed allievo (Tutte le Mattine del mondo - in programma martedì 6 marzo - e La pianista - 13 marzo), o fra gli stessi interpreti componenti un quartetto d’archi dei nostri giorni (Una fragile armonia – venerdì 20 marzo, ore 15). Infine vi è Bird (martedì 7 aprile, ore 15), un film ispirato alla vicenda umana del jazzista Charlie Parker, che fu segnata da trionfi artistici e derive esistenziali dovute all’assunzione di alcool e droga. Dall’intreccio, ma più sullo sfondo, emerge anche la complessa amicizia di Bird con un altro genio del Jazz: Dizzy Gillespie.

venerdì 7 febbraio 2020

AGGRESSIONE A STUDENTE CINESE, IL CONSERVATORIO: «CONDANNIAMO QUESTO ATTO DI INCIVLTA’»

AGGRESSIONE A STUDENTE CINESE, IL CONSERVATORIO: 
«CONDANNIAMO QUESTO ATTO DI INCIVLTA’» 

Il Presidente del “Cimarosa” ha presentato denuncia alle Autorità competenti

«Un atto di intolleranza e di assoluta inciviltà». Dura la condanna del Presidente del Conservatorio, Luca Cipriano, del Direttore Carmelo Columbro e dell’intero CdA del “Domenico Cimarosa” di Avellino, rispetto a quanto sarebbe accaduto e pubblicamente denunciato da una giovane di nazionalità cinese, studentessa del Conservatorio.
Per comprendere meglio quanto dichiarato dall’allieva ieri sera in una intervista televisiva, questa mattina il Presidente ha convocato i due studenti. Dalla ricostruzione, a quanto si apprende, il giovane, di 23 anni, anche lui iscritto al Conservatorio per una laurea di secondo livello e in Italia da appena sei mesi, circa una settimana fa, di pomeriggio, mentre camminava da solo lungo Corso Vittorio Emanuele, in pieno centro cittadino, sarebbe stato avvicinato da un gruppo di coetanei e sarebbe stato oggetto di insulti. Sempre stando a quanto riferito, uno degli appartenenti a questo gruppo di giovani aggressori lo avrebbe, poi, colpito con un pugno.
Per tutelare il giovane vittima dell’aggressione e la studentessa che ha denunciato l’accaduto, il Presidente del Conservatorio, Luca Cipriano, questa mattina ha immediatamente informato le Autorità competenti, sporgendo formale denuncia.

«Da circa dieci anni al “Cimarosa” è attivo il progetto Turandot, che vede ogni anno la presenza di circa cento studenti di nazionalità cinese qui ad Avellino. Mai si era verificato un episodio del genere e la città da sempre ha accolto con benevolenza i nostri studenti. Un episodio – dichiarano il Presidente Luca Cipriano e il Direttore Carmelo Columbro – che stride con lo spirito di accoglienza che negli anni la città ha riservato a questi giovani studenti. Un atto di intolleranza e di inciviltà che va condannato fermamente non solo dal Conservatorio che rappresentiamo, ma anche dall’intera città di Avellino».

mercoledì 5 febbraio 2020

Lions Club Avellino Host, Economia circolare, Istituto Perna di Avellino, le foto del convegno del 5 febbraio 2020

Il Lions Club Avellino host ha realizzato e concluso in data odierna presso l'istituto comprensivo 'Luigi Perna/Dante Alighieri', un Service dedicato alle buone pratiche per lo sviluppo sostenibile e la qualità della vita. In particolare, i giovanissimi alunni dell'istituto, sotto la guida di docenti motivati e del Dirigente scolastico prof. Attilio Lieto, hanno dato vita all'iniziativa delle 'Piccole guardie ambientali', attraverso cui realizzeranno percorsi virtuosi di ecologia sul territorio.


L'architetto Luca Battista illustra agli studenti alcune importanti tematiche ambientali.



Il prof. Giovanni De Feo del Dipartimento di Ingegneria industriale dell'Università di Salerno sta tenendo la sua relazione.