SITO UFFICIALE

COOKIE FREE. LEGGERE PRIMA DI PROSEGUIRE LA NAVIGAZIONE IN QUESTO SITO.

COOKIE FREE. LEGGERE PRIMA DI PROSEGUIRE LA NAVIGAZIONE IN QUESTO SITO. In questo sito NON si utilizzano cookie per il tracciamento di dati personali e le statistiche di affluenza al sito svolte da terze parti NON ci consentono di risalire agli utenti che visitano il sito. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCETTI DI AVER PRESO VISIONE DI QUANTO SOPRA RIPORTATO. IL RIFIUTO È PREVISTO SOLO PER L'UTILIZZO DEI COOKIE DI CUI QUESTO SITO NON È PROVVISTO.

martedì 31 gennaio 2023

Da sabato 4 a domenica 19 febbraio 2023 ospite Aldo Meineri, Albissola Marina (Sv)



Per anni e più volte guardando i quadri e ripensando l'immagine dinamica e la figura sensibile descritte da Susanne K. Langer nonché l'oggettivazione della vita soggettiva, visto l'esistenzialismo di Mertau-Ponty, Camus e Marcel - mi sono detto che, probabilmente, l'artista è colui la cui mente e il cui animo penetrano il dentro delle cose.

Adesso, occupandomi della pittura di Aldo Meineri, che definirei nomade o di erranza, confermo, intanto, ciò che alcuni psicologi della visione hanno intuito acutamente, ovvero che ogni dipinto è un deposito di memorie messo in evidenza con immagini di segni e dì colorì affiorate alla coscienza e rese concrete dallo sguardo dell'occhio interiore.

lunedì 16 gennaio 2023

Le nozze di Figaro al Gesualdo di Avellino

Appuntamento con la storia per il Conservatorio di Avellino

Le nozze di Figaro in scena al Teatro «Carlo Gesualdo» 



Grande première sabato 14 gennaio, con inizio alle ore 21.00, al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino. Il Conservatorio «Domenico Cimarosa» ha presentato, nella stagione ufficiale del Massimo cittadino “Le nozze di Figaro” di W. A. Mozart, in un nuovo e fiammeggiante allestimento tutto a cura della storica e talentuosa Istituzione di alta formazione artistica e musicale.

Sostenuti dal Coro Lirico diretto dal M° Luciano Branno e dall’Orchestra del Conservatorio di Avellino impreziosita della presenza del M° Pierfrancesco Borrelli al cembalo, un cast di giovani talenti vocali, il meglio della Scuola di Canto Lirico del «Cimarosa», si cimenterà nel coprire gli undici ruoli principali: Paola Pelella (contessa), Andrea Ariano (il Conte d’Almaviva), Maria Alvino (Susanna), Rosario Grauso (Figaro), Flavia Fioretti (Cherubino), Miriam Mucciolo (Marcellina), Francesco Pio Montuori (Basilio), Hui Zhu (Don Curzio), Mattia Angelo Ribba (Bartolo), Francesco Palmieri (Antonio), Laurapia Panarella (Barbarina).

Maestro concertatore e direttore Massimo Testa, regia di Giuseppe Sollazzo, scene di Gennaro Vallifuoco. Con la scenotecnica e le luci a cura di Maurizio Iannino e i costumi di Luciana Donadio











Il capolavoro mozartiano, fiore all’occhiello della trilogia su libretto di Lorenzo Da Ponte, tratto dalla commedia Le Mariage de Figaro di Beaumarchais, ruota attorno alle trame del Conte d'Almaviva, invaghito della cameriera della Contessa, Susanna, alla quale cerca di imporre lo ius primae noctis. La vicenda si svolge in un intreccio serrato e folle, in cui donne e uomini si contrappongono nel corso di una giornata di passione travolgente, piena sia di eventi drammatici che comici, e nella quale alla fine i servi si dimostrano più signori e intelligenti dei loro padroni. 

Il «Cimarosa», dopo aver svolto un’attività laboratoriale all’interno dell’Istituzione, dopo ampie e adeguate selezioni si cimenta nella messa in scena in forma integrale dell’Opera.

«Una scommessa che sicuramente risulterà vincentehanno dichiarato il presidente Achille Mottola e il direttore Maria Gabriella Della Sala - grazie alla qualità dei solisti in scena, all’entusiasmo delle compagini corale e orchestrale piene di altrettanto giovani talenti, ad un allestimento di sicura qualità nelle scene e costumi, e grazie soprattutto all’esperienza e fantasia della regia e della direzione musicale. Un appuntamento da non perdere anche perché la collaborazione nata tra il Teatro Gesualdo e il Conservatorio Cimarosa rappresenta un appuntamento con la storia».

«Quello che si realizza è un sogno per la città di Avellino», aggiunge il M° Massimo Testa, direttore d’orchestra. «Una splendida e meritata realtà per il Conservatorio, da sempre faro per la città e per la provincia, con il supporto delle migliori energie dell’associazionismo locale».

«É uno spettacolo all’insegna del gioco e della leggerezza, anche il tragico in Mozart si esprime attraverso una gioia spensierata», racconta il regista Giuseppe Sollazzo.

L’allestimento scenico, curato dallo scenografo Gennaro Vallifuoco, conserva i segni della tradizione adeguati e contaminati al suo personale linguaggio artistico. «Attraverso le proiezioni di immagini sullo sfondo – ha detto – suggerisco le ambientazioni ma soprattutto le emozioni scaturite dalle azioni dei personaggi che si svolgono sul palcoscenico».


lunedì 9 gennaio 2023

Franca Lavagna, Antonella Mangiore, Letizia Nicolini e Donatella Pecoraro, espongono ad Albissola (Sv)



Il Circolo degli Artisti di Albissola Marina dal 14 al 29 gennaio 2023 ospiterà la mostra Dialoghi è una collettiva che riunisce le opere di quattro scultrici ceramiste: Franca Lavagna, Antonella Mangiore, Letizia Nicolini e Donatella Pecoraro allieve del corso di modellato tenuto dal Maestro italo-argentino Alberto Toby presso la Scuola di Ceramica Comunale di Albissola Superiore.

Le scultrici, durante i momenti di laboratorio e sperimentazione alla Scuola di Ceramica, sono partite da una riflessione intorno all'arte fricana per poi sviluppare la propria idea personale del fare ceramica dirigendo la propria ricerca in autonomia verso soggetti e temi diversi: dalle delicate figure femminili di Donatella Pecoraro alle emozioni impresse sulla terracotta da Antonella Mangiore passando per il mondo fantastico di René Magritte a cui si è ispirata Franca Lavagna e terminando con una riflessione sull'attualità di Letizia Nicolini.

Attraverso il percorso espositivo le opere di queste quattro abili scultrici condurranno il pubblico in un viaggio alla scoperta dell'esotico del primitivo.

Un itinerario alla scoperta dell'altro in cui rimane centrale l’idea di dialogo tra culture, popoli e tradizioni.

La mostra, a cura di Paola Gargiulo, inaugurerà sabato 14 gennaio alle ore 17.00 e sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 16.00 alle 19.00.

 

La scuola apre le porte, Avellino, 11-12-13 gennaio 2023


L'istituto Comprensivo Perna-Alighieri di Avellino apre le porte ai genitori e alle famiglie.

Nei plessi dei tre ordini di scuola, Infanzia, Primaria e secondaria di primo grado, i docenti della prestigiosa scuola cittadina incontreranno le famiglie

martedì 3 gennaio 2023

Nozze di Figaro al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino, 14 gennaio 2023, dirige il M° Massimo Testa

Il Conservatorio di Musica di Avellino "Domenico Cimarosa" e il Teatro Carlo Gesualdo presentano "Le Nozze di Figaro".


I biglietti per accedere allo spettacolo in programma presso il Teatro Carlo Gesualdo il 14 gennaio 2023 alle ore 21.00, sono in vendita on line e/o presso la biglietteria del teatro.



Info biglietti chiamando il Teatro 
0825 71834
333 8968219

Acquisto biglietti on line

Acquisto alla biglietteria del Teatro in Piazza Castello 

lunedì 26 dicembre 2022

Ancora eventi a Gesualdo (Av)


27 Dicembre: 
Ore 15:00/22:30 apertura casa di babbo natale e mercatini

Ore 17:00 Pablò, “ò fuoco d’ò brigante" spettacolo di fuoco e giocoleria


05 Gennaio:
Ore 15:00/22:30 apertura casa di babbo natale e mercatini
Ore 18:00 concerto #SonoriaLive 2023 Unplugged presso palazzo Pisapia


06 Gennaio:
ore 15:00/22:30 apertura casa di babbo natale e mercatini 
ore 16:30 /18:30 teatrino delle ombre, racconti di Natale e laboratori creativi a cura dell’associazione Agorà sede del forum dei giovani Gesualdo (piazzetta Cillo Palermo)
ore 19:00 saluti     


Albissola Marina ospita Edmond Haxhiu, dal 24 dicembre al 6 gennaio 2023

Da sabato 24 dicembre 2022 fino al 6 gennaio 2023, sarà ospite lo scultore albanese "MOJO", al secolo Edmond Haxhiu. Inaugurazione Sabato 24 alle 17,00



 
Nato a Krujé (Abania) nel 1978Edmond Haxhiu si iscrive all'Accademia delle Belle Arti di Tirana, che abbandona dopo pochi mesi per motivi economici. 
  

Nel 1998 alla ricerca di un miglioramento delle condizioni di vita, emigra in Grecia e, successivamente in Italia, dove si stabilisce e apprende il mestiere di fabbro. 

Proprio svolgendo il suo lavoro riacquista e si dedica alla antica passione artistica per troppo tempo trascurata: la scultura. 

Per seguire più intensamente l’attività artistica si trasferisce in Michigan negli Stati Uniti.

Attraversato l’oceano, intraprende un nuovo percorso di sperimentazione, e partecipa a diverse mostre collettive confrontandosi con vari e interessanti intrecci multiculturali . 

Nel 2004 l'incontro con il Senatore gallerista Henry E. Stallings che gli offre la possibilità di allestire la sua prima mostra personale presso la sua galleria d’arte contemporanea a Livernois,(Michigan).

Solo frequentando Albisola scopre che Agenore Fabbri, uno dei più grandi scultori del secolo scorso, proveniva da una famiglia di artigiani della lavorazione del ferro, di fabbri appunto.

Vuole considerare la circostanza come segno portafortuna.

Si osserverà il consueto orario di apertura dalle 16 alle 19.

giovedì 1 dicembre 2022

Innamorati della musica: i concerti di dicembre 2022

La rassegna autunnale “Innamorati della Musica” dell’Associazione Igor Stravinsky sotto la direzione artistica di Nadia Testa continua a dicembre con una lieve variazione di programma. 



Come da cartellone sabato 3 dicembre nella Sala delle Arti alle ore 19.00 è previsto l’omaggio ad Alexander Scriabin a cura della pianista Ilaria Sinicropi.

Alexander Scriabin (Mosca, 6 gennaio 1872 – Mosca, 27 aprile 1915) è stato un compositore e pianista russo. La maggior parte delle sue opere è stata scritta per pianoforte e le sue prime composizioni risentono dell'influenza di Chopin e sono scritte in forme che Chopin stesso utilizzava, come lo studio, il preludio e la mazurka. Al di là della prima fase compositiva, le sue opere sono fortemente originali ed impiegano armonie e tessiture molto inusuali. L'evoluzione dello stile di Scriabin può essere seguita attraverso le sue dieci sonate, le prime scritte in uno stile tipicamente tardo-romantico con forte influenza di Chopin e di Liszt; mentre le più tarde testimoniano la ricerca di un nuovo linguaggio, tanto che le ultime cinque non portano alcuna indicazione di tonalità. Molti passaggi di queste possono essere definiti atonali. Scriabin, influenzato dalla sinestesia, associava i colori con i vari toni armonici della sua scala atonale, ed è considerato il più grande compositore simbolista russo.

Il recital pianistico dal titolo “Da Chopin a Scriabin” sarà tenuto dalla promettente pianista Ilaria Sinicropi che si è diplomata al Conservatorio F. Cilea di Reggio Calabria con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, sotto la guida del maestro Salvatore Massimo Tripodi. Successivamente ha conseguito, col massimo dei voti e la lode, la laurea magistrale in discipline musicali e, sempre con il massimo dei voti e la lode, il diploma accademico di secondo livello in tecnico del suono. Svolge regolarmente attività concertistica come solista, con orchestra e in formazione cameristica con una particolare attenzione al repertorio per duo pianistico, formazione con cui ha seguito i corsi di perfezionamento con i maestri Anthony e Joseph Paratore in Germania, presso la Musikschule di Iserlohn e in Austria, presso il Mozarteum di Salisburgo. Ha al suo attivo come compositrice lavori originali editi da Edizioni “Novecento” ed ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui 1° premio assoluto. Ha collaborato in qualità di professore d’orchestra con l’Orchestra del Teatro “F. Cilea” di Reggio Calabria, e, in qualità di Maestro Collaboratore, ha prestato la sua opera presso il Teatro Cilea di RC nella produzione dell’opera Falstaff di G. Verdi, con protagonista e regista R. Bruson. 

 

Sabato 10 dicembre l’Associazione Stravinsky si sposterà ospite del Comune di Manocalzati nella prestigiosa Sala del Castello di San Barbato nell’ambito del progetto “Sulle tacce dei longobardi”        con il concerto lirico del Tenore Francesco Malapena e del soprano Samantha Sapienza accompagnate dal pianoforte di Nadia Testa in un recital lirico dal titolo “Castello all’Opera”. Il concerto ad ingresso libero è previsto alle ore 19.00.

 

La rassegna Innamorati della Musica si concluderà domenica 11 dicembre nella Sala delle Arti alle ore 19.00 con il Flauto magico di Giuseppe Nese in Sonate e Fantasie (recupero del concerto in cartellone a novembre).

 

Per informazioni  3405719845

Non perdere l’occasione…Innamorati della Musica!

La ceramica di Natale, dal 3 dicembre ad Albissola Marina (Sv)

Da sabato 3 dicembre, alle ore 17, presso la sede di Pozzo Garitta, 32 di Albissola Marina, si effettuerà la ventesima edizione della rassegna

"La Ceramica di Natale"


Anche quest'anno, oltre  200 partecipanti dall'Italia e dall'estero, concorrono a celebrare la meravigliosa avventura artistica della nostra terra.

Oltre che durante l'esposizione, cercheremo di divulgare on line, sul web e tramite i social, le informazioni necessarie ed è in cantiere il catalogo digitale di tutte le opere, che diffonderemo appena pronto.
L'inaugurazione avverrà alle ore 17 di sabato 3 dicembre, 
Ricordiamo che l'orario di apertura sarà tutti i giorni dalle 16 alle 19 e, sabato, domenica e festivi, anche dalle 10 alle 12.
Intanto invitiamo a chiedere tutte le informazioni necessarie al 
338 6127404 e 347 5712373
I criteri di scelta e prenotazione sono gli stessi degli anni precedenti.

mercoledì 16 novembre 2022

LE NOTE RITROVATE, IN MEMORIA/RINASCITA, 23 novembre 2022, ex Chiesa del Carmine, Avellino

L’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 di Avellino presenta 

CONTEMPORANEA…MENTE 2022

LE NOTE RITROVATE, IN MEMORIA/RINASCITA



Gran chiusura, Mercoledì 23 Novembre alle ore 19.00 in Avellino, stavolta presso la Ex Chiesa del Carmine, per la Rassegna CONTEMPORANEA…MENTE 2022 a cura dell’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 con la direzione artistica del M°MASSIMO TESTA. In programma l’Evento LE NOTE RITROVATE, IN MEMORIAM/RINASCITA, con le composizioni in prima assoluta selezionate dalla Giuria dell’omonima CALL FOR SCORES, appuntamento annuale dell’Associazione Zenit 2000, per la tradizionale commemorazione del Sisma del 1980 in Irpinia. A eseguirle l’ENSEMBLE ZENIT 2000, con la direzione del M°MASSIMO TESTA.

Grande e qualificata partecipazione alla CALL FOR SCORES da parte di compositori da tutta Italia nonché dall’estero, circa 20 sono stati i partecipanti. La Giuria deputata, presieduta dal M° ALEXANDROS MARQEAS, compositore greco residente a Parigi, e con la partecipazione dei M. GIANVINCENZO CRESTA e ANDREA TALMELLI, ha selezionato sei brani da eseguirsi in occasione del Concerto del 23 novembre prossimo, segnalandone altri per future esecuzioni dell’ENSEMBLE ZENIT 2000 nel 2023.

Mercoledì si ascolteranno, in loro presenza, le composizioni dei Maestri ANDREA DI VINCENZO, ELENA MAIULLARI, STEFANO OTTOMANO, MARIA RADESCHI, PAOLO RICCI, e YONGBING DAI, compositore cinese residente in Danimarca. L’ENSEMBLE ZENIT 2000, per l’occasione, sarà costituito da MARIO PIO FERRANTE, flauto, DAVIDE DE FEO, clarinetti, GABRIELE DE FEO, pianoforte, VEACESLAV QUADRINI, violino, GIUSEPPE PASCUCCI, viola, CRISTIANO DELLA CORTE, violoncello. Nel corso della serata, come tradizione, è previsto il voto alla migliore composizione da parte del Pubblico in sala e di una giuria della critica giornalistica invitata dalla direzione artistica per l’occasione.

L’evento sarà realizzato in ottemperanza alle vigenti normative ANTICOVID. Vista la limitata capienza del Sito si consiglia di prenotare il posto a sedere. Info al 339 8226488 e 339 5880749.

La Rassegna, con il patrocinio del MINISTERO DELLA CULTURA, REGIONE CAMPANIA, COMUNE DI AVELLINO, è in collaborazione con SIMC, l’Associazione PER CASO SULLA PIAZZETTA di Avellino, CASTELLI d’IRPINIA®, il Sistema MED Campania.

mercoledì 9 novembre 2022

Note di Speranza alla Chiesa di San Francesco d'Assisi, 13 novembre 2022, Avellino

L’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 di Avellino presenta 

CONTEMPORANEA…MENTE 2022

NOTE…DI SPERANZA


Quarto appuntamento, Domenica 13 Novembre alle ore 18.30 in Avellino, stavolta presso la Chiesa San Francesco d’Assisi di Borgo Ferrovia, con la tradizionale Rassegna CONTEMPORANEA…MENTE 2022 a cura dell’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 con la direzione artistica del M°MASSIMO TESTA. In programma il Concerto NOTE…DI SPERANZA, con in pedana il DECIMINO della NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI YOUNG, diretto dal M° Gaetano Russo. 



La formazione prescelta, uno dei numerosi progetti dell’Associazione rivolto alla formazione delle giovani professionalità di spicco nel panorama regionale, è costituita per l’occasione da Chiara Rollini e Domenico Giannattasio, violini, Matteo Introna, viola, Ludovica Cordova, violoncello, Federico Perna, contrabbasso, Francesco Attore, flauto, Pierdavide Falco, oboe, Francesco Abate, clarinetto, Mario Brusini, fagotto, Angelo Falzarano, corno. Il programma musicale sarà una cavalcata che alternerà brani di repertorio brillante e altri di particolare suggestione, con musiche tra gli altri di Borodin, Shostakovich, Rossini, Brahms, Strauss, Mozart, Piazzolla.

L’evento è organizzato in occasione del Service dedicato allo Screening gratuito per il Diabete, a cura dei Lions e Leo Club di Avellino, che si terrà i giorni sabato 12 e domenica 13 novembre nei locali adiacenti alla Chiesa. In occasione del Concerto ci sarà una raccolta benefica volontaria destinata alla Fondazione distrettuale LIONS 108YA, che dà sostegno a tutti i progetti sociali e umanitari del territorio del Sud Italia.

Quinto e ultimo appuntamento, GRAN FINALE, Mercoledì 23 Novembre alle ore 19.00, si torna alla Ex Chiesa del Carmine, con il Concerto/evento LE NOTE RITROVATE. In programma le composizioni in prima assoluta selezionate dalla Giuria dell’omonima CALL FOR SCORES, appuntamento annuale dell’Associazione Zenit 2000, per la tradizionale commemorazione del Sisma del 1980 in Irpinia.

La Rassegna, con il patrocinio del MINISTERO DELLA CULTURA, REGIONE CAMPANIA, COMUNE DI AVELLINO, è in collaborazione con SIMC, l’Associazione PER CASO SULLA PIAZZETTA di Avellino, CASTELLI d’IRPINIA®, il Sistema MED Campania.

Tutti gli eventi saranno realizzati in ottemperanza alle vigenti normative ANTICOVID. Info al 339 8226488 e 339 5880749.

Esce Riscontri col numero 2

Empatia e filosofia eleatica nel secondo numero 2022 della rivista Riscontri 


Pubblicato dal Terebinto Edizioni il secondo numero di “Riscontri. Rivista di cultura e attualità”, quadrimestrale fondato nel lontano 1979 dal prof. Mario Gabriele Giordano e ora diretta da Ettore Barra (Anno XLIV, n. 2 maggio-agosto, pag. 224; 15 euro).





La rivista che lo scrittore Mario Pomilio ebbe a definire “bella e severa” vuole generare una coscienza critica della realtà attraverso l’incontro di idee diverse, sviscerate da alcune delle più interessanti penne italiane, accademiche e non, con rigore scientifico, come testimoniano le bibliografie e note presenti a corredo di ogni saggio.


Il nuovo numero si apre con uno sguardo originale sul tema dell’astensione elettorale che Ettore Barra inquadra da un punto di vista storico, ampliando lo sguardo dalle anguste prospettive dell’attualità per giungere ad una visione più ampia, con lo scopo di scuotere punti di vista che ormai sono diventati quasi dei luoghi comuni.


La Rivista dedica inoltre una sezione speciale alla Scuola Empatica, movimento letterario, artistico e filosofico, fondato nel 2020 da Menotti Lerro. «L’interdisciplinarità e l’idea di “Artista totale” – scrive il fondatore – si pongono come base per afferrare le “frammentarie verità” di questo periodo storico che, mai come adesso, necessita della figura dell’Artista come guida». A partire dal triangolo del Cilento antico (Vallo della Lucania, Omignano, Salento), la Scuola Empatica si propone come stimolo di rinnovamento della cultura italiana.  

Lo Speciale, intitolato “Empatia, essenza ed esperienza” presenta i contributi di Francesco D’Episcopo, Giuseppe Lauriello, Menotti Lerro, Luigi Leuzzi e Antonello Pelliccia. 


L’apertura dello Speciale è riservata proprio al prof. Francesco D’Episcopo con il suo manifesto dal titolo “Sinergie. Scuola Eleatica, Scuola Medica, Scuola Empatica: il triangolo culturale del territorio salernitano, da Parmenide a Lerro”, dove l’autore lancia un’idea affascinante di rifondazione culturale a partire da tre momenti fondamentali della storia culturale meridionale.


Lerro e Luigi Leuzzi disegnano, infine, la Piramide e il Triangolo Culturale del Cilento antico, luoghi dell’Empatismo e presupposto di una innovazione culturale che non parta dal fare “tabula rasa” del passato per riuscire a rivoluzionare il presente. Leuzzi si diffonde poi in una notevole disamina di tutti gli aspetti di collegamento tra l’Empatismo odierno e le radici culturali annidate nella storia della filosofia antica.


Lo Speciale, tra i vari contributi, contiene anche un saggio di Francesco D’Episcopo su Parmenide, il noto filosofo di Elea (oggi Ascea), dal titolo “La via della luce” e la disamina dell’empatia della Scuola Medica Salernitana di Giuseppe Lauriello.


Come da tradizione, la Rivista presenta diversi saggi di critica letteraria, tra i quali “Simbolismo e onirismo nella Digitale Purpurea di Giovanni Pascoli”, di Marcella Di Falco, e “D’Annunzio e la vita interiore. Invarianti psichiche dal Piacere all’Innocente” di Michele Maria Santoro.


Riscontri è distribuita per lItalia meridionale da MacroCampania e può inoltre essere acquistata in tutte le librerie Feltrinelli e sui più importanti store online come Amazon e IBS.

Innamorati della musica ospita Vadim Tchijik, 12 novembre 2022, Manocalzati (Av)

Sabato 12 novembre alle ore 19,00 presso la Sala delle Arti (Via Provinciale 89, Manocalzati, a 100 metri da Progress ad Atripalda) “Innamorati della Musica” dell’Associazione Igor Stravinsky presenterà un concerto dal titolo “Vorrei essere scrittore di Musica….corde classiche”, dedicato a Pier Paolo Pasolini a 100 annidalla sua nascita: interprete sarà il virtuoso violinista Vadim Tchijik, russo di nascita, francese di adozione, insieme al pianista francese Boyer-Lehmanin pagine musicali di Mozart, Beethoven e Schubert.

 

Vadim Tchijik

Innamorati della Musica 2022 si sta soffermando attraverso diversi appuntamenti concertistici a proporre un lato artistico poco considerato:  Pasolini amante della musica. 

Pasolini considerava la musica come l’unica azione espressiva alta e indefinibile, amava la musica colta, Bach e Mozart in particolare, ma al contempo non poteva non allontanarsi dalla passione per la canzone popolare. 

venerdì 4 novembre 2022

Dizione per campani, 5 novembre 2022, Mercogliano (Av)

 


Inaugurazione anno accademico, 5 novembre 2022, Avellino

 L’Università Irpina del Tempo Libero inaugura il 34° anno accademico con un evento all’Ex Carcere Borbonico di Avellino



Sabato 5 novembre 2022, presso l’Ex Carcere Borbonico di Avellino, avrà luogo l’inaugurazione del XXXIV anno accademico dell’Università Irpina del Tempo Libero, Associazione della Terza Età, storico riferimento cittadino per la diffusione della cultura e della formazione didattica. Ad accogliere tutti coloro che interverranno, la professoressa Rita Imbimbo presidente, la dottoressa Graziella Di Grezia vicepresidente e il dottor Francesco Di Grezia segretario e tesoriere. 

L’evento, che si svolgerà nella Sala Blu dell’istituto culturale avellinese a partire dalle ore 16.30, prevede un programma ricco di interessanti partecipazioni e di profondi spunti culturali e artistici. Introduce la giornalista Stefania Marotti. La scrittrice Gaetana Aufiero presenta Patrizia Cavalli. A seguire  “Non voglio un nome, ma stellarti gli occhi”, recital di poesie da un’idea di Marisa Imbimbo e la regia di Costanza Fiore, con gli attori del Laboratorio di Teatro dell’Università Irpina del Tempo Libero.

Parteciperanno Tilde D’ Ambrosio, Rita Bartoli, Annamaria Albanese, Elena Luongo, Giulia Acone, Paola Vitale, Brunello Spagnuolo, Annalisa Iaccheo, Rosanna Ambrosio, Gina Sirianni, Joan Jameson, Giovanna Nicodemi e i piccoli Lycio, Gabriele e Annarita Vecchione. 

 Conclusioni e saluti a opera del Presidente Rita Imbimbo. 

L’evento è realizzato con il Patrocinio della Provincia di Avellino.

Tutti i presenti riceveranno in omaggio la Guida dello Studente con il calendario dell’anno accademico 2022-2023. L’ingresso all’inaugurazione è libero ed è gradita la partecipazione di interessati e semplici curiosi.


SONATE, ARIE E ALTRE BIZZARRIE ALLA NAPOLITANA, 6 ottobre 2022

 L’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 di Avellino presenta 

CONTEMPORANEA…MENTE 2022

SONATE, ARIE E ALTRE BIZZARRIE ALLA NAPOLITANA

ENSEMBLE ORFEO FUTURO 


Terzo appuntamento, Domenica 6 Novembre alle ore 19.00 ancora presso la Chiesa De LA SALETTE di Rione Parco con la tradizionale Rassegna CONTEMPORANEA…MENTE 2022 a cura dell’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 con la direzione artistica del M°MASSIMO TESTA.

In programma il Concerto SONATE, ARIE E ALTRE BIZZARRIE ALLA NAPOLITANA, in pedana l’ENSEMBLE ORFEO FUTURO, formazione di spicco nel panorama nazionale e internazionale specializzata nel repertorio barocco, costituita per l’occasione da Carmela Osato, soprano, Raffaele Tiseo e Federico Maria Valerio, violino barocco, Gioacchino De Padova, viola da gamba, Ugo Di Giovanni, arciliuto, Pierfrancesco Borrelli, clavicembalo e direzione musicale.  In programma musiche di Anonimo/Tiseo, Scarlatti, Matteis, Vinci, Jommelli, Barbella, Pergolesi. 

L’epoca d’oro del Teatro in musica napoletana abbraccia un lunghissimo periodo dai primi anni del ‘500 fino a quasi la fine del ‘700. Anche la musica strumentale coeva è intrisa di un intenso sapore teatrale in cui si fondono elementi colti e popolari, virtuosismi e cantabili melodie, improvvisazioni e contrappunto. In questa ottica rientra la scelta del repertorio del Concerto, nel quale si avrà modo di apprezzare gli strumenti originali barocchi in tutte le loro capacità espressive.

Quarto appuntamento, annunciato per Domenica 13 Novembre alle ore 18.30, stavolta presso la Chiesa San Francesco d’Assisi di Borgo Ferrovia, sarà il Concerto NOTE DI SPERANZA, con in pedana il DECIMINO della NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI YOUNG, diretto dal M° Gaetano Russo. L’evento è organizzato in occasione del service dedicato allo Screening gratuito per il Diabete, a cura dei Lions e Leo Club di Avellino.

La Rassegna, con il patrocinio del MINISTERO DELLA CULTURA, REGIONE CAMPANIA, COMUNE DI AVELLINO, è in collaborazione con SIMC, l’Associazione PER CASO SULLA PIAZZETTA di Avellino, CASTELLI d’IRPINIA®, il Sistema MED Campania.

Tutti gli eventi saranno realizzati in ottemperanza alle vigenti normative ANTICOVID. Info al 339 8226488 e 339 5880749.



giovedì 20 ottobre 2022

Il Fairy Guitart Quartet e le sue Visioni d'Opera, 22 ottobre 2022, Chiesa della Salette, Avellino

L’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 di Avellino presenta 

CONTEMPORANEA…MENTE 2022

VISIONI D’OPERA – FAIRY GUITAR QUARTET 




Secondo appuntamento, Sabato 22 Ottobre alle ore 19.30 presso la Chiesa De LA SALETTE di Rione Parco con la tradizionale Rassegna CONTEMPORANEA…MENTE 2022 a cura dell’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 con la direzione artistica del M°MASSIMO TESTA. In programma il Concerto VISIONI D’OPERA, in pedana il FAIRY GUITAR QUARTET  formazione emergente di giovani chitarristi espressione del Conservatorio Cimarosa di Avellino, costituito da Francesco Fausto Magaletti, Giacomo Monteleone, Roberta Mercorio, Francesco Smirne. In programma musiche di Magaletti, Torroba, Brouwer, Bizet. 


Il programma consiste in un serrato e accorato dialogo tra il “classico” e il contemporaneo, nonché un ulteriore parallelismo  tra opera-teatro in musica - e visione - musica descrittiva. Da sottolineare la prima esecuzione assoluta del brano ATTO I di Francesco Fausto Magaletti, dedicato dal giovane chitarrista e compositore al suo Quartetto.

Terzo appuntamento, annunciato per Domenica 6 Novembre alle ore 19.00, ancora presso la Chiesa De LA SALETTE, sarà il Concerto SONATE, ARIE E ALTRE BIZZARRIE ALLA NAPOLITANA, in pedana l’affermato ENSEMBLE ORFEO FUTURO

La Rassegna, con il patrocinio del MINISTERO DELLA CULTURA, REGIONE CAMPANIA, COMUNE DI AVELLINO, è in collaborazione con SIMC, l’Associazione PER CASO SULLA PIAZZETTA di Avellino, CASTELLI d’IRPINIA®, il Sistema MED Campania.

Tutti gli eventi saranno realizzati in ottemperanza alle vigenti normative ANTICOVID. Info al 339 8226488 e 339 5880749.


mercoledì 19 ottobre 2022

Cineforum: 20 ottobre 2022, Auditorium Polo Giovani, Avellino


Interverranno via ZOOM Domenico QUIRICO (GIORNALISTA) e Paola PIACENZA (REGISTA)

Introduzione a cura di Vincenzo TINO, membro del Consiglio direttivo del CENTRO STUDI CINEMATOGRAFICI di ROMA e Vicepresidente del CINECIRCOLO SANTA CHIARA

Con gli interventi di Carlo MELE, direttore Caritas DIOCESI di AVELLINO, Mario ANTIGNANI, Sociologo responsabile OSSERVATORIO delle POVERTA' DIOCESI di AVELLINO

Modera Paolo MATARAZZO, Sociologo e giornalista

Appuntamento ORE 19.30 POLO GIOVANI via Morelli e Silvati Avellino giovedì 20 ottobre

Dai Fridays for future al ritorno al carbone, 20 ottobre 2022, Sala Buzzati, Milano