SITO UFFICIALE

lunedì 11 novembre 2019

I Social hanno deciso...

Da una indagine conoscitiva effettuata su Facebook, è risultato vincitore il Castello di Gesualdo.

Pertanto nella nuova edizione in tedesco di

VISITING IRPINIA CASTLES

in copertina ci sarà il Castello appartenuto a uno dei più famosi compositori meridionali "Carlo Gesualdo". Informazioni qui: http://www.castellidirpinia.com/gesualdo_it.html



Cinema: forma di nuovo umanesimo, dal 10 novembre 2019, Salone Ipogeo Chiesa di Costantinopoli, Avellino


Ad Avellino espone il Maestro Vincenzo Tino, dal 10 novembre 2019, Salone Ipogeo Chiesa di Costantinopoli


Note per l'anima, 11 novembre 2019, Auditorium D. Cimarosa, Avellino

CONSERVATORIO E DIOCESI INSIEME

IV EDIZIONE DI «NOTE PER L’ANIMA»

CON IL VESCOVO AIELLO LA FEDE INCONTRA LA MUSICA
LUNEDÌ 11 NOVEMBRE PRIMO APPUNTAMENTO ALL’AUDITORIUM


La Diocesi di Avellino ed il Conservatorio «Domenico Cimarosa» presentano la quarta edizione di «Note per l’anima».  Sul palco del’Auditorium «Vitale» di piazza Castello, si rinnova, con una mini rassegna, il progetto fortemente voluto dal Vescovo Arturo Aiello e sostenuto dall’Università della Musica di Avellino, presieduta da Luca Cipriano e diretta da Carmelo Columbro.

La rassegna nata nel novembre del 2017, nelle sue prime tre edizioni ha fatto riscontrare uno straordinario successo di pubblico nel corso degli 11 incontri. Ora si rinnova questa sinergia tra la Diocesi irpina ed il Conservatorio con 2 nuovi appuntamenti che si terranno presso l’Auditorium di piazza Castello lunedì 11 novembre e martedì 3 dicembre alle ore 19

Lunedì 11 novembre (ore 19) concerto per pianoforte e flauto, che vedrà sul palco dell’Auditorium «Vitale» il M° Giuseppe Giulio Di Lorenzo (piano) e il M° Mario Pio Ferrante (flauto). “Rallentare” il titolo dell’esecuzione musicale che, anche in questo caso, ha come filo conduttore il dialogo con la musica, favorendo una riflessione sugli aspetti della vita quotidiana.

Giuseppe Di Lorenzo, diplomatosi in pianoforte con la Menzione Speciale “...per le notevoli abilità artistiche dimostrate”, al Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, ha vinto numerosi concorsi come Primo Assoluto, sia in qualità di solista che camerista. Ha al suo attivo oltre 400 concerti e da sempre riceve ampi consensi di pubblico e critica, "per il perfetto equilibrio tecnico-interpretativo e la sensibilità dell’affondo dei tasti".

Mario Pio Ferrante, anche lui diplomatosi al Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, è stato sin da subito riconosciuto come uno dei maggiori talenti flautistici degli ultimi tempi e vanta al suo attivo non solo un’intensa attività solistica, ma anche cameristica ed orchestrale.

sabato 9 novembre 2019

In Memoriam 23NOVEMBRE80, Concerto dell'Orchestra da Camera Zenit 2000, 23 novembre 2019, Auditorium Cimarosa Avellino

Il LIONS CLUB AVELLINO HOST e il CONSERVATORIO D. CIMAROSA di Avellino

celebrano l’anniversario del terremoto dell’80 con il consueto evento IN MEMORIAM, a cura dell’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 di Avellino.

Per l’occasione, sabato 23 novembre 2019, ore 20.00, presso l’Auditorium del Cimarosa si terrà un Concerto dell’ORCHESTRA DA CAMERA ZENIT 2000, in collaborazione con I PERCUSSIONISTI del CIMAROSA. 
Violino solista VEACESLAV QUADRINI. 
Direttore MASSIMO TESTA.
La serata prevede una raccolta benefica per la LCIF, Lions Clubs International Foundation.

martedì 5 novembre 2019

BookCity Milano 2019, 12 novembre, Conferenza Stampa, Roma


Castello stregato, 9_10 novembre 2019, Lauro (Av)

L'Associazione Pro Lauro è lieta di portare in scena la II edizione di "Castello Stregato".

Il Castello Lancellotti mostrerà il suo lato oscuro... portando all'interno delle sale tre storie.
Tre storie che ci mostreranno come il sangue può essere il principio del terrore e la fine delle sofferenze...
 
Sabato 9 e Domenica 10 Novembre 2019, gli spettatori attraverseranno le sale del lugubre Maniero. Ma il loro non sarà un viaggio solitario: incontreranno personaggi oscuri, realmente esistiti nel corso dei secoli, e ognuno di questi personaggi avrà qualcosa di oscuro da dire... o da fare...

Foglie d'autunno, 8_15_16_22 novembre 2019, Duomo di Salerno

Dopo il successo dell’Irnofestival (XXI edizione) che si è tenuto nell’atrio del Duomo di Salerno dal 27 agosto al 7 settembre e che ha visto esibirsi  artisti di chiara fama quali I Solisti del Teatro Alla Scala di Milano e l’attrice Lina Sastri, continua l’attività concertistica 2019 dell’Associazione Rachmaninov che organizza la seconda edizione di “Foglie d’Autunno”. 
Nella prestigiosa cornice del Duomo di Salerno,  la rassegna, firmata – per la direzione artistica – da Tiziano Citro, compositore e pianista del panorama contemporaneo nazionale, si articola in quattro appuntamenti

  Il giorno 8 novembre  alle ore 20.30 Francesca De Filippis, giovane ma già nota chitarrista salermitana, performerà musiche di Claude Debussy, Manuel De Falla, Erik Satie, Enrique Granados e altri autori della seconda metà del 1800.
 Con il secondo concerto di venerdi 15 novembre, ore 20,30 , il duo  Kubin , formato da  Francesco Zago  (chitarra elettrica) ed  Elena Talarico  (pianoforte), proporrà  musiche di Arvo Pärt, Giorgio Colombo Taccani, Alessio Manega, Bill Witley Girolamo De Simone e di Francesco Zago, alcune della quali estratte da un recente disco edito dall’etichetta  Da Vinci Classics. La particolarità di questo concerto è nella possibilità di conoscere opere che accostano la chitarra elettrica, strumento poco usato nella musica di derivazione colta, con tutte le sue possibilità di pedalistica inerenti alla distorsione e alla trasformazione di un suono amplificato, a uno strumento ‘tradizionale’ come il pianoforte acustico.
ll terzo appuntamento è previsto il giorno 16 novembre  alle ore 20.30 con il talentuoso pianista internazionale  Lorenzo Pone, reduce dal successo ottenuto al Teatro San Carlo di Napoli il 6 ottobre nella stagione concertistica ufficiale del Teatro. Egli proporrà un programma classico con le musiche di Haydn Mozart Chopin Beethoven Debussy.
Chiude la rassegna un Concerto del noto ensemble vocale  Comtessa de Dia , diretto da  Ferdinando De Martino  (22 novembre, sempre al Duomo, con inizio alle 20,30). L’ensemble è noto per la raffinatezza nella scelta dei repertori, spesso d’origine antichissima, riletti e riproposti con la sensibilità di chi ama la ricerca delle fonti.
La rassegna “Foglie d’autunno”  è  patrocinata dalla Regione Campania. 

Ingresso € 10,00 abbonamento a 4 concerti € 30,00.
Per info e prenotazioni 3479271097 www.postoriservato.it

mercoledì 30 ottobre 2019

Le scritture, quarta edizione, 25 novembre 2019, Conservatorio Cimarosa, Avellino

CONSERVATORIO: SI CHIUDE LA QUARTA EDIZIONE DE “LE SCRITTURE”

IL PROGETTO HA PROPOSTO INCONTRI CON COMPOSITORI, INTERPRETI E MUSICOLOGI

IL 25 NOVEMBRE CONCERTO FINALE
SU MUSICHE DEGLI STUDENTI DI COMPOSIZIONE

Si è conclusa la quarta edizione de “Le Scritture”, progetto del Conservatorio “Domenico Cimarosa, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro. Un progetto che propone incontri con compositori, interpreti e musicologi di chiara fama nelle forme del concerto, della master-class e del work-shop.
La finalità del progetto è duplice: da una parte l’ampliamento dell’offerta formativa in coerenza con i temi didattici affrontati durante il percorso di studi di Composizione; dall’altra, la sperimentazione “sul campo” delle tecniche compositive ed esecutive più innovative per concorrere alla formazione di un giudizio critico sul fare Musica al giorno d’oggi. In tal senso, il progetto “Le Scritture” si propone di favorire ogni tipo di relazione possibile fra settori del sapere musicale in una prospettiva inter-disciplinare e multimediale, in vista di “Musiche su più dimensioni”. A questo concorrono anche i docenti del Conservatorio, attraverso incontri che si sviluppano in forma di “lezione aperta”. Nell’edizione che si è appena conclusa, i docenti Maria Pia Sepe e Vincenzo Gualtieri, hanno affrontato tematiche come il Tempo in Musica ed il Trasferimento di esperienze attraverso gli “strumenti del suono” avendo come punti di riferimento due fra i più importanti compositori del ‘900: György Ligeti e Steve Reich.  
Infine, a conclusione di ogni edizione, un concerto con musiche degli studenti di Composizione (quest’anno in programma il 25 novembre, alle ore 17) sancisce la vivace e fruttuosa (e ormai decennale) collaborazione con gli studenti di prassi esecutive.

lunedì 21 ottobre 2019

CONSERVATORIO: TRE GIORNI DI CONCERTI AL “CIMAROSA”

DA OGGI A MERCOLEDI’ SUL PALCO DELL’AUDITORIUM «VITALE»
“VIAGGIO NELLA CANZONE NAPOLETANA”, “CONCERTO A 4 MANI” E “IL MANDOLINO”

Tre concerti in tre giorni. Inizia un’altra settimana ricca di appuntamenti al Conservatorio «Domenico Cimarosa» di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro. 

Si parte questa sera (lunedì 21 ottobre, ore 20:30) , con “Un viaggio nella canzone napoletana - Dalle villanelle a Pino Daniele”. Si tratta di una esecuzione musicale che rientra nell’ambito della mini rassegna “Il Cimarosa Suona Bene” e che vedrà l’esibizione di Susanna Canessa (voce e chitarra), Monica Doglione (voce), Brunello Canessa (basso, voce e chitarra), Luca Guida (percussioni) e del Coro Allievi Cimarosa Folk. Durante la serata ci sarà anche la proiezione dei quadri di Patrizia Balzerano.

Un concerto da non perdere, dove si assisterà a quella che è stata l’evoluzione del linguaggio musicale nella canzone napoletana, dalle villanelle del XIV secolo alle recenti contaminazioni.
«Un viaggio fino alle radici del repertorio classico napoletano da Fenesta Vascia a Malafemmena a Luna rossa, passando dalle antiche villanelle fino all’immancabile Terra mia di Pino Danielecome ha spiegato Susanna Canessa nel presentare il concerto -. Un omaggio musicale e visivo a Napoli dove le Arti s’incontrano, si fondono in un unico pensiero profondo che guarda il mare e il cuore che ascolta la voce della terra, la nostra terra». 
E sempre nell’ambito della rassegna “Il Cimarosa Suona Bene”, domani (martedì 22 ottobre, ore 19:00), invece, si terrà il “Concerto a 4 mani”. Sul palco dell’Auditorium del Conservatorio, Dora Dorti e Fausto Trucillo daranno vita ad un’esecuzione al pianoforte a quattro mani su musiche di Mozart, Rossini e Saint Saens.
Mercoledì 23 ottobre, ore 19:00, invece ultimo appuntamento per la rassegna “Classica in jeans”, con il concerto “Il mandolino – Uno strumento non soltanto napoletano”. Sul palco dell’Auditorium sarà la volta dell’Ensemble a pizzico del Conservatorio Cimarosa (mandolini); Elide De Angelis, Emiliano Scettri, M° Emanuele Cappellotto, Teresa Franza e Giulio Sensolo alla mandola; Francesco Fausto Magaletti, Giulia Pagano, Rino Faggella e Roberto De Marinisalle alle chitarre; tenore Francesco Montuori; Michele Costanzo (clavicembalo); Manuela De Simone e il M° Carmela Palumbo al pianoforte. Musiche di Scarlatti, Cimarosa, Calace, Mozart, Romualdi, Gervasio, Denis, van Beethoven, Manente e Salvetti.
«Si apre un’altra settimana ricca di appuntamenti - dichiarano il presidente Luca Cipriano e il direttore Carmelo Columbro – con un viaggio nella canzone napoletana, dove sarà possibile apprezzare le evoluzioni dei suoni e delle musiche tradizionali napoletane, fino al sound dell’indimenticabile Pino Daniele. Ancora una volta il palcoscenico del Conservatorio ospiterà artisti di caratura nazionale, come Susanna Canessa, che in questo viaggio sarà accompagnata dal Coro Allievi Cimarosa Folk, oltre che dal fratello Brunello, eccellente musicista e straordinario autore di diversi brani, tra cui Piccerella, scritto per il Maestro Roberto Murolo, solo per ricordarne uno».

mercoledì 16 ottobre 2019

Cosa fare in provincia di Avellino: elenco Sagre... e tanto divertimento...!


Cosa fare in provincia di Avellino: Sagra della Castagna, 26_27 ottobre 2019, Lauro (Av)


Tutto pronto per la "Sagra della Castagna", il tradizionale appuntamento ai piedi del Castello Lancellotti di Lauro. Nel corso dell'evento, sarà possibile gustare alcune specialità locali, negli stand gastronomici predisposti per l'occasione e aperti al pubblico a partire dalle ore 19.00 (domenica anche a pranzo).
Il menù della sagra prevede una vasta scelta tra panini, primi piatti - come i fusilli con salsiccia, speck e crema di castagna - la m'bosta cafona con pane, pancetta, funghi e provola, ma anche le zuppe di fagioli, castagne, salsiccia e guanciale.
Previste escursioni nei castagneti e visite guidate al Castello Lancellotti Museo Umberto Nobile.
Sarà inoltre preparato un tronco di castagna della lunghezza di 20 metri, dolce simbolo del festival gastronomico.


Cosa fare in provincia di Avellino: Sagra della Castagna, 1_2 novembre 2019, Montefusco (Av)

1-2 novembre 2019 il Forum dei Giovani di Montefusco organizza:
La 31° Edizione della “Sagra della Castagna”.

Il 1° novembre saranno presenti i “Tammòre”
Il 2° novembre si esibiranno “Evoè” e ngopp o tardi “ Mighe”.
Un menù ricco di caldarroste, panini con arrosto/ salsiccia, caciocavallo impiccato e molto altro.

Cosa fare in provincia di Avellino: 18_19_20 ottobre 2019, Festa della Castagna, Volturara irpina (Av)

18-19-20 ottobre 2019 La Pro Loco di Volturara organizza:
È uno degli eventi più attesi della stagione autunnale di Volturara Irpina: Tre giorni dedicati a gastronomia, prodotti tipici, musica e artigianato ma non solo, infatti anche un ricco programma di appuntamenti vi aspetterà nello scenografico scenario di Piazza Roma. Presso gli stand gastronomici sarà possibile assaggiare le prelibatezze voltuaresi a base di castagne, tartufi e funghi porcini.
Durante la manifestazione sarà possibile visitare il Museo Etnografico della Piana del Dragone a cura dei volontari del Servizio Civile della Pro Loco e verranno organizzate visite guidate con navetta alla Bocca del Dragone.

Cosa fare in provincia di Avellino: il Nero di Bagnoli, Bagnoli Irpino (Av)



Dal 19 al 20 e dal 25 al 27 ottobre 2019 La Pro Loco di Bagnoli Irpino- Laceno organizza la Sagra della Castagna, ogni anno attira tantissimi visitatori grazie alla grande qualità dei prodotti, giunge quest’anno alla sua 42esima edizione, classificandosi come ormai evento tradizionale del luogo. E proprio nella cornice del centro storico di Bagnoli Irpino che si terrà un vero e proprio mercato del tartufo nero e dei prodotti tipici. 

Diversi saranno gli stand allestiti per l’occasione che offriranno ottimi prodotti locali, sarà infatti possibile gustare e comprare tartufi e castagne, ma anche conoscere l’artigianato locale e le eccellenze alimentari dell’Irpinia, partecipare a convegni, visite guidate, ed escursioni anche con raccolta delle castagne e ricerca del tartufo nei boschi.