martedì 6 luglio 2021

Omaggio a Igor Stravinsky, 13 luglio 2021, Teatro dei Barbuti, Salerno

 L’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 PRESENTA

"OMAGGIO A IGOR STRAVINSKY: HISTOIRE DU SOLDAT"

Evento celebrativo per i 50 anni dalla morte del celebre compositore russo.

MARTEDì 13 LUGLIO 2021 ore 21,00

TEATRO DEI BARBUTI - SALERNO

A pochi passi dal Duomo

*****


Prossimo concerto spettacolo dell'ENSEMBLE ZENIT 2000 in programma per il 13 Luglio nella suggestiva location all'aperto del Teatro dei Barbuti, Vicolo Gisolfo II 17-19, nella zona storica del centro di Salerno, a due passi dal Duomo. Histoire du Soldat, un evento-omaggio al compositore Igor Stravinsky nel 50° della sua morte con il testo originale di Charles Ferdinand Ramus rivisto e interpretato da uno dei più grandi attori del panorama italiano e internazionale di tutti i tempi, Mariano Rigillo 
Sul palco, quindi, l'ENSEMBLE ZENIT 2000, diretto dal M° Massimo Testa e la partecipazione straordinaria di MARIANO RIGILLO in veste di voce recitante.
Una serata per tutti. Dagli amanti della buona musica, agli appassionati del teatro, a chiunque voglia trascorrere un momento ricco di emozioni e suggestioni.
L'evento si inserisce nella programmazione estesa del progetto “La Campania è Teatro, Danza e Musica”, promosso da ARTEC/Sistema MED in collaborazione con SCABEC Società Campana Beni Culturali e Fondazione Campania dei Festival.

Ministero della cultura
Regione Campania
Sistema MeD Musica e Danza Campania
ARTEC Associazione Regionale Teatrale della Campania
Scabec
Fondazione Campania dei Festival
La Campania è


MARIANO RIGILLOnapoletano, si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Roma e ha come primi maestri Orazio Costa e Sergio Tofano. Dopo il diploma, nella seconda metà degli anni’60, si afferma come uno dei più promettenti interpreti teatrali, convincente sia nel repertorio classico (Seneca, Giordano Bruno, Shakespeare, Goldoni) che moderno (Bertolt Brecht, Giuseppe Patroni Griffi). Proprio con Patroni Griffi si mette in luce con Napoli, notte e giorno e Napoli, chi resta e chi parte e debutta al cinema in Metti una sera a cena (G. Patroni Griffi, 1969). Vincitore di numerosi premi, calca da decenni i palcoscenici di tutta Italia.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!