mercoledì 7 luglio 2021

Il giardino letterario, 9 e 10 luglio, Monteforte Irpino (Av)

Venerdì 9 e sabato 10 luglio alle 18,45

sulla Collina di San Martino a Monteforte Irpino 

la due giorni di presentazioni

Si riparte nel segno della Cultura a Monteforte. Finalmente la voglia di libri trova risposta grazie all’Associazione Amici della Biblioteca, che ha organizzato in uno dei luoghi più suggestivi del paese, e tra i più belli d’Irpinia, due serate d’eccezione all’insegna della lettura.

Con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura, guidato da Lia Vitale,  la collaborazione del team Rossoquadro, e il contributo dell'Associazione Polivalente Socio-Culturale "FENESTRELLE", che provvederà al supporto logistico,  avrà luogo sulla collina di San Martino, sulla terrazza panoramica dell’antica chiesa, IL GIARDINO LETTERARIO.

Tre libri di autori irpini affronteranno tematiche diverse con il pubblico in presenza.



Venerdì 9 luglio, a partire dalle 18,45 la presentazione dei libri Contributi per la storia di Avellino e dell’Irpinia dello storico Armando Montefusco, a colloquio con l’autore saranno Giovanna della Bella, cultrice di storia locale, e la giornalista Eleonora Davide.

Lo stesso giorno, dalle 19,15, sarà la volta del romanzo La strada laterale di Giancarlo Dell’Angelo. Discuteranno del libro con l’autore la giornalista ed editor Maria Paola Battista ed Eleonora Davide.

Sabato 10, sempre dalle 18,45, sarà dedicato alla presentazione del romanzo storico Il fiore del Carso di Eleonora Davide. A colloquio con l’autrice saranno Giovanna della Bella e Maria Paola Battista.

A moderare le serate letterarie sarà il giornalista Angelo Damiano, presidente dell’Associazione Amici della Biblioteca.

Porteranno i loro saluti il sindaco Costantino Giordano e l’assessore Lia Vitale.

Gli argomenti dei libri in presentazione

Contributi per la storia di Avellino e dell’Irpinia di Armando Montefusco

Una raccolta di volumi realizzati da uno storico attento e accreditato, grazie alle edizioni “Biblioteca del Corriere” di Gianni Festa. Dalle origini agli eventi che hanno contraddistinto nella storia d’Italia le vicende della nostra terra gli argomenti sono organizzati in tre volumi: Contributi per la storia dell'Irpinia (vol.I-II), Contributi per la storia di Avellino e dell'Irpinia (vol.III – La condizione carceraria nel Principato Ultra: dalla barbarie alla civiltà).

La strada laterale di Giancarlo Dell’Angelo, romanzo

Le vicende della famiglia Donelli si intrecciano con quelle di una misteriosa lettera che uno strampalato postino non riesce a recapitare. Un viaggio nella miracolosa quotidianità dei caffè al Solito bar di nome proprio, tra gli odori, i rumori e le abitudini che fanno da cornice al riscatto di Siria e Carlo e al rigenerarsi dei loro sentimenti. Ma la vita è un'eterna strada in cui niente è scontato e semplice e le cose non sempre sono come sembrano. È una strada che racconta il vuoto che ognuno ha dentro di sé e contro cui si combatte quotidianamente nel tentativo di riempirlo."Le persone da amare si scelgono, è vero. A volte siamo noi a scegliere, certo, ma altre volte non è così. Altre volte è l’amore che sceglie le persone, che le intrappola all’improvviso, le coglie impreparate, le entusiasma e le sconvolge, che genera affinità letali e reazioni inoppugnabili. Pensa ai legami senza futuro, agli amori impossibili. Se quelle persone potessero scegliere deciderebbero di lasciar perdere, di smettere di penare. Ma quando è l’amore che sceglie, i diretti interessati perdono questa autonomia e questo, nel bene e nel male, capita al massimo una volta nella vita."

Il fiore del Carso di Eleonora Davide, romanzo storico

Il confine orientale, la città di Trieste e due popoli vicini si scontrano sullo scenario internazionale che travolse il nostro Paese all’indomani della seconda guerra mondiale, lasciando l’Italia ferita dalla ragion di Stato. Non si rimarginerà più la lacerazione di una linea tracciata da altri, una linea tra due mondi che neanche l’Europa unita potrà più cancellare. Giacomo ha combattuto la prima guerra mondiale dalla parte sbagliata. Nel ’43 torna dal fronte e trova gli slavi titini impegnati nell’epurazione degli italiani della prima stagione delle foibe. L’arrivo dei tedeschi blocca l’eccidio ma per loro gli italiani sono solo traditori. Rifugiatosi con la famiglia in Friuli, mentre Trieste è sotto bombardamento, viene ucciso in una inspiegabile rappresaglia tedesca insieme ad altri innocenti. Chi è stato a tradirlo e perché? Per il figlio Davide inizia una avventura che lo porterà a combattere per una pace impossibile.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!